Preloader Close
  • +39 3287204229

avatar

On the Stage prosegue con le sue attività. Dopo la lunga pausa estiva, la squadra DeP si è rimessa al lavoro. La formula? Laboratori di disegno. I conduttori? Enrico Bante e Nicola Bernardelli, i nostri fumettisti, co-autori del libro “I bambini inchiodati”. Il luogo? Beh, non un luogo solo, ma un vero e proprio itinerario fatto di posti e di realtà tra le più disparate!

16 settembre, Scuola pubblica di Katundi i Vjeter, regione Miredita
Sono le ore 9,30 del mattino quando il sindaco di Rubik, il sig. Gjok Vuka, accoglie con entusiasmo la nostra proposta di fare una mezza giornata di animazione con i bambini della scuola pubblica del paesino Katundi i Vjeter. Qui i partecipanti vengono divisi in due: il gruppo delle elementari e quello delle medie. Il punto di partenza: la presentazione del fumetto “I bambini inchiodati”. Poi agli alunni viene chiesto di piegare in 4 un foglio A4 e di ricavare così dei rettangoli di uguale misura. Il primo rettangolo è riservato all’autoritratto, mentre l’ultimo, alla rappresentazione di un punto di arrivo come la scuola, la spiaggia, la propria casa. Negli spazi rimanenti i piccoli devono disegnare i mezzi con i quali raggiungono il posto di destinazione oppure il percorso da fare. L’immaginazione e la creatività sono messe a dura prova! L’incontro si è concluso con l’esecuzione su richiesta di qualsivoglia disegno richiesto dai piccini. Per la gioia dei nostri fumettisti!

 17 settembre, Oratorio di Rragam, regione Scutari
Rragam è un piccolo villaggio a sud-est di Scutari. Qui la sfida è stata ancora più grande: oltre 100 bambini con età compresa tra 5 e 15 anni. Stavolta però non eravamo da soli. Eltjana, Entela, Alkid, Besmir e Senad – tutti membri DeP – hanno unito le loro forze con i ragazzi di Shis e di Ipsia per meglio gestire le attività del laboratorio. Un’intera giornata sotto il segno del fumetto, del disegno e della break dance! Non avevamo pianificato quest’ultima attività nel programma, ma la bravura di Besmir ha acceso subito la voglia dei bambini di ballare. Un successo che ha portato alla sua replica in tutti gli altri appuntamenti della settimana, consacrando così il ruolo di Besmir Sula da performer a dance trainer.

 18 settembre, Shkolla Iliria, Scutari e Parrocchia Sheldije, vicino a Rragam
Alla scuola Iliria siamo stati introdotti dall’associazione World Vision di Scutari che lavora da anni con la comunità rom della città. Iliria ospita anche un asilo cosicché abbiamo diviso l’attività tra i piccolissimi ed i piccoli! Ai primi sono stati regalati dei biscotti e dei giocattoli da parte di World Vision, mentre da parte di DeP, dei pastelli e dei disegni su richiesta. Entela e Nicola hanno accontentato tutti i piccini! Il secondo gruppo ci ha riservato delle grandi sorprese. Animati da Besmir e sotto una pioggia di applausi, dei veri e propri talenti si sono rivelati sotto i nostri occhi. Tra i ritmi della break dance e le musiche rom si è creata un’incredibile atmosfera di festa che ha contagiato perfino le maestre!
A Sheldije, così come a Rragam, siamo stati ospiti di Don Dritan. L’eterogeneità del gruppo ha reso più difficoltose le attività del laboratorio rispetto al solito, ma l’impegno di Nicola, Enrico, Senad, Roberta, Eltjana e Besmir è stato massimo. Altrettanto lo è stato quello di Mirsada Teta di Ipsia Scutari, che ha integrato le forze della squadra DeP.

 19 settembre, Shkolla Perparimi e l’Orfanotrofio di Scutari
Il mattino del 19 settembre ci ha portati nell’accogliente ambiente della scuola Perparimi dove il laboratorio di disegno ha subito trovato il massimo interesse ed attenzione. Il tema del “volto umano” – con i suoi lineamenti, le simmetrie, le peculiarità e le difficoltà nella riproduzione – ha tenuto impegnati tutti quanti quasi due ore!
Il pomeriggio ci ha visti impregnati nell’orfanotrofio di Scutari. La squadra DeP era numerosa. E altrettanto lo erano anche le varie problematiche ivi affrontate: da bambini con deficit di apprendimento a bambini iper-attivi. Con loro si è lavorato molto sulla fiducia nell’altro, sull’accettazione degli ospiti e sull’impegno di gruppo. Durante l’animazione musicale abbiamo scoperto con grande piacere che 3 ragazzi erano bravissimi nel ballare la break dance! Così abbiamo colto l’occasione ad invitarli a partecipare all’evento che DeP ha poi organizzato il 28 settembre nel piazzale davanti al comune di Scutari.

 Come si è visto, il percorso dei laboratori è stato molto ricco e nello stesso tempo molto impegnativo per i volontari di DeP. Perché si tratta di volontari. Ricordiamocelo! Ragazze e ragazzi che dedicano le loro giornate per dare un qualcosa all’Altro. Chiunque esso sia. Per portarlo sotto i riflettori dell’On the Stage, per renderlo protagonista di quel giorno. O di più! Il merito è comunque tutto loro. E anche dei partner e dei collaboratori che con entusiasmo hanno aderito alla causa di DeP.
Durante tutti gli appuntamenti abbiamo regalato numerosissime copie del fumetto “I bambini inchiodati” anche nella sua variante con i baloons vuoti, invitando i piccoli a riscrivere la storia di Jen. Accanto al fumetto, DeP ha distribuito diversi materiali come pastelli, matite, penne, magliette, frisbees etc. donate generosamente dal Gruppo Sisal.

Dora e Pajtimit (Author)

Nel 2007, nella convinzione che per le comunità albanesi colpite dal terribile fenomeno del Kanun si può fare molto, moltissimo anche a livello sociale, abbiamo deciso di creare a Scutari una nuova associazione, chiamata Dora e Pajtimit (DEP), composta da giovani che risiedono nella città, nonché da giovani che studiano in Italia.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.